COVID19

DA OGGI ATTIVO IL NUOVO NUMERO VERDE

800 811 187

INFOCOVID ASL3

Da oggi, giovedì 22 ottobre, sarà attivo il nuovo servizio “Info Covid Asl3 Genova”, linea telefonica dedicata all’ascolto e a fornire supporto e informazioni sul Covid e argomenti correlati.

Al Numero Verde 800 811 187 risponderà – dalle ore 09,00 alle 15,00 dal lunedì al venerdì – un pool di operatori Asl3 per soddisfare le richieste dei cittadini dell’area metropolitana orientandoli da un punto di vista informativo con una presa in carico personalizzata e adeguata ai bisogni di salute. In tal senso alcune risposte potranno essere differite e l’utente potrà essere ricontattato anche fuori dall’orario di disponibilità del Numero Verde per fornire risposte e indicazioni.

Il servizio è rivolto alle persone che necessitano di informazioni sui percorsi da seguire per affrontare le diverse situazioni in relazione al Covid 19 agevolando il raccordo tra cittadino e ASL.

La 18enne: “Ho preso il Covid dopo 7 giorni senza mascherina in Croazia. Ora mi sento in colpa per i miei”

“Ho preso il Covid in Croazia, 7 giorni senza mascherina. Ora mi sento in colpa”. A parlare sulle pagine del Corriere della Sera è una 18enne padovana, parte del gruppo di giovani risultate positive al coronavirus dopo una vacanza sull’isola di Pag per festeggiare la maturità: “Nessuno indossava protezioni, ci siamo fatte condizionare. Ora temo per i miei genitori”.

Dovevano essere giorni di svago e divertimento. Come racconta la ragazza, durante le attività organizzate durante il viaggio l’uso di dispositivi di protezione individuale non sarebbe stato rispettato.

“Saremo stati complessivamente un centinaio suddivisi su due pullman. C’erano ragazzi della nostra età di regioni diverse. Ogni giorno c’erano delle attività organizzate in discoteca o in spiaggia e la sera si andava a ballare: era all’aperto, quindi abbiamo creduto non servisse la mascherina”.

Al ritorno in Italia, i primi sintomi:

“Ho sentito mal di gola e avevo la febbre, ma credevo fosse colpa dell’aria condizionata… Poi è arrivato il mal di testa e ai muscoli, la difficoltà a respirare”.

Poi l’esito del tampone. La ragazza racconta di sentirsi in colpa per i suoi familiari:

“Sono tutti negativi ma devono restare in isolamento 14 giorni e non faranno le vacanze […] Con il senno di poi forse avrei rimandato il viaggio all’anno prossimo […] Riconosco la troppa leggerezza, da oggi in poi indosserò sempre la mascherina”.

Fonte: sostenitori.info