Cambio di comitato CRI in vista

Buonasera, di solito non è mio solito scrivere articoli che sono un po’ sul personale, visto che il mio comitato di Croce Rossa Italiana è gestito da un grandissimo incompetente che sta rovinando 97 anni di storia del comitato di Croce Rossa, nato all’inizio come pubblica assistenza Croce Verde e poi diventato Croce Rossa Italiana, ho deciso che per prima cosa mando avanti una segnalazione al comitato nazionale di Croce Rossa Italiana ed allo stesso tempo richiederò di fare un cambio di comitato perché com’è gestito ora non va per niente bene, e dopo un fatto che è strettamente personale ho deciso che Roma venga a sapere come viene gestito il comitato e se dovessero mettere i sigilli io sarò il primo a dire al presidente caro mio te la sei cercata. Pensano che io sia uno che stia zitto su ciò che succede all’interno del mio comitato e invece la risposta è no, Roma dovrà sapere tutti i casini che ci sono stati e ci sono tutt’ora, visto che mio padre è un ed agente di Polizia e mio zio maresciallo delle fiamme gialle ho deciso che in primis mio padre sia al corrente dei casini che se dovessero mai darmi la colpa di cose in cui io non c’entro nulla agirà, e mio zio presto lo verrà a sapere per far sì che i suoi colleghi facciano un salto  nel bar del comitato per chiarire delle cose.

Attenzione alle notizie sul coronavirus COVID-19

Buongiorno, su molti social e siti acchiappa click stanno girando molte notizie a dir poco false sul COVID-19 detto comunemente Coronavirus, quello che vi chiedo è di diffidare da queste persone e far affidamento alle notizie che ne provengono dal ministero della salute, alla Federazione di Croce Rossa e altri enti affidabili.

Cornonavirus

Buongiorno, come avrete già sentito sui vari telegiornali e letto sui vari giornali c’è il problema del coronavirus. Vi ricordo di seguire i protocolli rilasciati in questi giorni da Croce Rossa Italiana, e soprattutto sentire il vostro medico di famiglia che sarà già informato tramite circolare del ministero della salute, vi ricordo che dovrete seguire alla lettera il protocollo rilasciato da Croce Rossa Italiana e se soprattutto se doveste andare a Wuhan (Cina). Per il resto fate riferimento alla Croce Rossa Italiana. 

Terremoto Albania

Buongiorno, come avrete sentito nei giorni scorsi sui vari telegiornali c’è stato il terremoto in Albania con ingenti danni, la struttura dei soccorsi si è immediatamente attivata con la Federazione di Croce Rossa guidata dall’avvocato Francesco Rocca che subito si è messo in contatta con la locale Croce Rossa facendo subito una stima dei danni e sfollati attivando subito la catena dei soccorsi a livello internazionale a partire dalla Croce Rossa Italiana che insieme ad Anpas, Misericordie, Cavalieri di Malta, Protezione Civile Nazionale, non mancano ovviamente i nostri Vigili Del Fuoco che subito hanno preparato diverse squadra un tutta Italia, Esercito Italiano e le varie componenti ausiliarie che sono subito partite, ad oggi ancora non si sa quanti siano i feriti e soprattutto i morti. Restate connessi al network per ricevere nuovi aggiornamenti.

Gestione Emergenza Idrologica in Valle Stura

Buon pomeriggio, come avrete sentito ai vari telegiornali o letto sui giornali nelle regioni del nord Italia come Liguria e Piemonte, dove ci sono stati eventi alluvionali e franosi che hanno lasciato isolati 2 paesi i comuni di Campo Ligure (Ge) e Rossiglione (Ge).

Partiamo dall’inizio, Lunedì 21 ottobre sulla chat whatsapp del comitato CRI di Masone, arriva la comunicazione che la prefettura di Genova ha attivato il COM (per chi non lo sapesse, sarebbe l’acronimo di centro operativo misto), e viene richiesto ai volontari di comunicare chi fosse disponibile per andare ad attivarsi in com come squadra delle emergenze di aera 3 di Croce Rossa Italiana, la prima cosa che è stata fatta in comitato è stato gestire le emergenze 118 in modo da non essere mai senza squadra in sede, la comunicazione costante con prefettura, l’azienda Ospedaliera San Martino di Genova dove ha sede la centrale 118 Genova soccorso e soprattutto le comunicazioni con le varie squadre attive in supporto al comitato di Rossiglione, che fin dal tardo pomeriggio ha avuto problemi di eventi alluvionali e franosi che in prima serata hanno cominciato a rendere mezzo isolato il paese, alle ore 22 la prima squadra della CRI uscita in 118 per un falso allarme a Campo Ligure una liberi da servizio, dopo aver comunicato con il com, accompagna la Guardia Medica a Rossiglione dove c’era  bisogno di continuità assistenziale presso gli sfollati, si constata che la statale 456 del turchino è resa quasi inagibile da esondazione dello Stura e fuoriuscita di acqua dalle montagne, una volta rientrati in sede riprende la riunione delle varie autorità e si richiede il rientro in sede della squadra in supporto a Rossiglione per cambio di squadra, alle ore 23 circa comincia l’evacuazione di diverse famiglie da parte dei vigili del fuoco, a mezzanotte 2 squadre partono alla volta di Rossiglione per dare supporto per i servizi 118, dopo un’ora e mezza viene richiesta dalla prefettura l’invio di una squadra a Campo Ligure per l’evacuazione di diverse persona causa rischio crollo della casa per evento franoso, la squadra parte con l’ambulanza alla volta do Campo Ligure nel frattempo si comunica l’intervento richiesto alla centrale che ci autorizza all’utilizzo dei sistemi acustici e luminosi, sono le ore 2 circa e l’ambulanza comunica sia al com che alla centrale l’impossibilità di proseguire causa  esondazione del torrente Stura in Loc. Maddalena nel comune di Campo Ligure, dopo mezz’ora arrivano gli agenti della Polizia Locale che riferiscono che 2 frane bloccano completamente la statale e rendono isolato il paese, in quello stesso momento la Viceprefetto Bruzzone chiede la chiusura immediata della statale e l’intervento di anas che provveda al ripristino della strada, dopo poco ci arriva una chiamata dalla centrale 118 di andare al casello autostradale ad aspettare l’arrivo dell’automedica Golf 5 arrivata come presidio di servizio di continuità assistenziale ai paesi isolati, dopo 4 giorni di continuità e più di 24h senza chiuder occhio le squadre che erano attive al com di Masone sono potute ritornare a casa e soprattutto tornare a svolgere normale servizio in CRI. Questa è stata una bella esperienza per la mia carriera da volontario perché ho potuto vedere dal vivo come gestire un’emergenza del genere, soprattutto cosa vuol dire stare in allerta continua senza aver notizie per un bel po’ di ore.

La Turchia viola convenzione di Ginevra

Oggi durante il mio consueto turno in Croce Rossa Italiana, sono venuto a sapere che la Turchia ha aperto il fuoco contro i colleghi medici della Mezzaluna Rossa Curda andando a violare in pieno la convenzione di Ginevra, io di solito quando sono in servizio l’ultima cosa a cui penso è la politica però oggi non ho potuto fare altro che pensare alla politica ma non quella italiana bensì quella turca, il signor Erdogan si vergogni per ciò che ha fatto, perché ha fatto in modo che i suoi militari aprissero il fuoco contro un ente umanitario e questa è proprio una cosa schifosa, chi spara alla Croce Rossa, blu, bianca, viola o qualsiasi altra associazione che sia o addirittura contro un ente umanitario facente di IRC, deve essere proprio un grandissimo imbecille perché il danno arrecato prima o poi gli si ritorcerà contro. Spero solamente che l’ONU sempre se interverrà lo condanni per ciò ha fatto, se uno entra in un’associazione tipo la Croce Rossa la prima cosa che insegnano è quello di non odiare il prossimo soprattutto se ha una divisa diversa da quella CRI, perché alla fine siamo tutti uguali.

Emergency Network

REAS – Salone Internazionale delle Emergenze 2019

Buongiorno, dopo 10 giorni dall’ultimo articolo sono tornato attivo per parlarvi del REAS 2019, la fiera a cui partecipano i vari allestitori ma non solo, si possono fare anche diverse attività, tipo corsi all’interno della fiera o addirittura prove di arrampicata con il soccorso alpino, le attività sono molte ma per soli 3 giorni di fiera è quasi impossibile farle tutte, vi allego un paio di foto fatte alla fiera (purtroppo essendo salito col mio comitato non ho potuto fare abbastanza foto perché avevano fretta di andare via subito).

Nuova Arrivata in CRI la GE6279

Il giorno 11 agosto 2019 si è tenuta l’inaugurazione del nuovo mezzo della CRI, la GE6279 mandando in pensione dai servizi 118 la vecchia GE6277, macchina che dopo più di 10 anni passati a fare servizi urgenti verrà utilizzata per servizi ordinari tipo trasporto dializzati o persone che devono andare a fare visite specialistiche che non hanno la possibilità di muoversi autonomamente.

6277 attiva

La GE6277 attiva per un servizio 118 nel comune di Masone, come sempre la CRI è pronto ad aiutare il prossimo.